Notizie

I Giovani e il Tabacco: dati 2018 del Global Youth Tobacco Survey

Il 5 aprile 2019 si è tenuto, presso il ministero della Salute, il workshop Risultati dell’Indagine sui Giovani e il Tabacco 2018 (Global Youth Tobacco Survey, Gyts), in occasione del quale sono stati presentati i dati della terza indagine Gyts, effettuata nell’anno scolastico 2017-2018 e finalizzata al monitoraggio dei comportamenti legati all’uso dei prodotti del tabacco fra gli adolescenti.
La Gyts è un sistema di sorveglianza per il monitoraggio dell’uso del tabacco tra i giovani. La sorveglianza, promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e condotta in collaborazione con il Cdc di Atlanta (Usa), è effettuata con frequenza quadriennale su un campione rappresentativo a livello nazionale di studenti di età compresa tra 13 e 15 anni, utilizzando un questionario standard e un protocollo comune di raccolta ed elaborazione dei dati.

Le aree indagate dalla sorveglianza Gyts sono:

  • la prevalenza dell’abitudine al fumo di sigaretta e di altri prodotti del tabacco fra i giovani
  • le conoscenze e attitudini dei ragazzi verso il fumo di sigaretta
  • il ruolo dei media e della pubblicità sull’uso di sigarette da parte dei giovani
  • l’accessibilità dei prodotti del tabacco
  • l’informazione scolastica sul tabacco
  • l’esposizione al fumo passivo
  • la cessazione dell’abitudine al fumo.

In Italia la rilevazione 2018 è stata condotta dall'Istituto superiore di sanità (Iss), con il coordinamento del ministero della Salute e del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm).
L’indagine ha coinvolto 33 scuole secondarie di primo e 33 scuole secondarie di secondo grado per un totale di quasi 1700 studenti coinvolti e con un tasso di risposta complessivo del 77,4%.

I risultati principali

Utilizzo del tabacco:

  • il 21,3% degli studenti (17,8% dei ragazzi e il 25,1% delle ragazze) utilizza attualmente prodotti a base di tabacco
  • il 20,8% degli studenti (17,5% dei ragazzi e il 24,3% delle ragazze) fumano attualmente tabacco
  • il 19,8% degli studenti (16,2% dei ragazzi e il 23,6% delle ragazze) fumano attualmente sigarette
  • l’1,6% degli studenti (1,8% dei ragazzi e l'1,5% delle ragazze) attualmente utilizza tabacco senza fumo.

Sigarette elettroniche:

  • il 17,5% degli studenti, il 21,9% dei ragazzi e il 12,8% delle ragazze utilizza attualmente sigarette elettroniche.

Tentativi di smettere:

  • quasi 6 su 10 (il 58,4%) degli attuali fumatori di tabacco hanno provato a smettere di fumare negli ultimi 12 mesi
  • più di 4 su 10 (40,3%) degli attuali fumatori di tabacco volevano smettere di fumare.

Esposizione al fumo passivo:

  • il 49,7% degli studenti è stato esposto al fumo di tabacco a casa
  • il 45,0% degli studenti è stato esposto al fumo di tabacco all'interno di luoghi pubblici chiusi.

Accesso e disponibilità dei prodotti del tabacco:

  • il 19,7% degli attuali fumatori di sigarette ha acquistato sigarette in una tabaccheria o in un bar
  • tra gli attuali fumatori di sigarette che hanno provato ad acquistare sigarette, il 68.0% non ha avuto difficoltà all’acquisto a causa dell’età.

Media, comunicazione e pubblicità:

  • più di 5 su 10 (50,5%) studenti hanno notato messaggi anti-tabacco nei media
  • quasi 3 studenti su 10 (27,0%) hanno notato pubblicità o promozioni di prodotti del tabacco nei punti vendita
  • quasi 1 studente su 10 (7,5%) possiede qualcosa con un logo di un marchio di un prodotto del tabacco.

Conoscenza e atteggiamenti:

  • il 58,5% degli studenti pensa senza dubbio che il fumo di tabacco degli altri sia dannoso per loro
  • il 60,0% degli studenti è favorevole a proibire il fumo nei luoghi pubblici all'aperto.

Ricordiamo che il Piano Nazionale della Prevenzione (Pnp) 2014-2018 ha tra i 10 macro obiettivi quello di ridurre il carico prevenibile ed evitabile di morbosità, mortalità e disabilità delle malattie non trasmissibili e di prevenire le dipendenze da sostanze attraverso interventi di promozione della salute, con un approccio trasversale ai fattori di rischio/determinanti come il fumo, per ciclo di vita e setting (scuole, ambienti di lavoro, comunità locali, servizio sanitario).

La lotta al tabagismo è anche una delle quattro aree del programma nazionale Guadagnare Salute: rendere facili le scelte salutari che ha tra gli obiettivi principali quello di prevenire e cambiare i comportamenti nocivi che costituiscono i principali fattori di rischio per le malattie non trasmissibili.

  

  

  

 

Newsletter

Inserisci la tua mail per iscriverti alla nostra newsletter