Articoli

Polo tecnologico e Centro qualificato per lo svolgimento di orientamento didattico, educativo e formativo dell’Università IUL

 

L’Unione degli Assessorati è Centro qualificato per lo svolgimento di orientamento didattico, educativo e formativo dell’Università IUL.

I dipendenti dei comuni soci interessati ad avere informazioni e a iscriversi ad uno dei corsi erogati dall’Università IUL possono contattare i nostri uffici di segreteria.

L’Università Telematica degli Studi IUL è stata istituita con Decreto Ministeriale del 2 dicembre 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 gennaio 2006. Rilascia titoli accademici con valore legale ai sensi dell’articolo 3 del Decreto Ministeriale n. 509 del 3 novembre 1999 e successive modificazioni.

L’Ateneo è promosso dal Consorzio IUL, composto da due soggetti pubblici:

  • Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (INDIRE)
  • Università degli Studi di Firenze

L’Università Telematica degli Studi IUL è un’università telematica pubblica non statale sottoposta ad accreditamento e controllo da parte dell’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca). L’offerta formativa di IUL risponde pertanto ad un preciso quadro normativo, a garanzia di una qualità formativa in continuo accrescimento, costantemente monitorata attraverso valutazioni, autovalutazioni e audit.

http://www.iuline.it/

 

Progetto SPORT.S - Local Authorities commitment for increasing sport practices among children

SPORT.S è un progetto che durerà 18 mesi da realizzare da una partnership transnazionale costituita da due unioni di comuni (Italia e Portogallo), una grande municipalità (Cuenca, Spagna) e uno sport club. La partnership intende migliorare le conoscenze e le pratiche nel campo della promozione dello sport a favore degli studenti delle scuole, promuovendo un legame più stretto tra le società sportive, i consigli locali e le istituzioni scolastiche. L'obiettivo generale è quello di favorire l'inclusione sociale e il benessere fin dal periodo scolastico, sostenendo gli insegnanti nel permettere agli studenti di frequentare le attività sportive e nel sostenere le autorità locali in un grande coinvolgimento delle società sportive durante la pianificazione delle politiche sportive. A tale scopo, saranno organizzati tre incontri transnazionali nei tre paesi, durante i quali si discuteranno in dettaglio argomenti su: politiche e programmi rivolti alle attività sportive all'interno e all'esterno delle scuole, coinvolgimento dei club sportivi nella pianificazione delle politiche, ruolo degli enti locali nella promozione con un accesso equo a tutti i giovani che vivono nei loro territori e alle disponibilità e agli oneri finanziari legati a politiche di promozione dello sport efficaci. I tre incontri vedranno il coinvolgimento di diversi professionisti appartenenti alle quattro organizzazioni partner e rappresenteranno diversi background di lavoro. Inoltre, saranno coinvolte anche le parti esterne al partenariato al fine di ottenere valore aggiunto seguendo un approccio dal basso verso l'alto. I risultati relativi agli incontri, così organizzati, saranno ampiamente diffusi, e un breve estratto della pubblicazione sarà tradotto anche in quattro lingue (IT, EN, ES, PT) in modo da consentire una diffusione più ampia.

 

Finanziato da

 

Notizie relative al progetto: 

Lo sport come politica del benessere locale: a Montelepre il primo meeting del progetto Sport.s

Progetto SPORT.S: il comune di Montelepre ospiterà il primo evento internazionale.

Reclutati i comuni partecipanti al progetto “SPORT.S"

Avviso di manifestazione d’interesse Reclutamento comuni partecipanti al progetto “SPORT.S - Scadenza 15 aprile 2019

 

YOUTH CREATIVE THINKING AS ENTREPRENURIAL INPUT

In un’epoca in cui i giovani hanno detto addio al posto fisso e in cui per trovare nuovi impieghi occorrono metodi e strategie basati sull’innovazione, il progetto Youth2Youth (YOUTH CREATIVE THINKING AS ENTREPRENURIAL INPUT) vuole promuovere l’educazione all’imprenditoria e all’imprenditoria sociale tra i giovani per orientare il loro sguardo verso attività autonome e sviluppare nuove competenze al fine di accrescere l'occupabilità.

Y2Y è realizzato da una partnership Europea guidata dal capofila Unione degli Assessorati e partecipata dall’Associazione per la Mobilitazione Sociale onlus, Famps (Sapgna) e Ubbsla (Bulgaria) ognuno dei quali metterà in campo azioni e interventi finalizzati a sviluppare l'educazione all'imprenditorialità e la partecipazione giovanile al mondo delle imprese innovative e creative

 Il progetto dalla durata di 24 mesi, è stato avviato nel settembre 2017 grazie al finanziamento del Programma Erasmus+ settore gioventù.

Obiettivo è quello di implementare metodi innovativi e attività che, per rispondere alle necessità di impiegabilità, possano sviluppare nuove competenze nell’ambito delle politiche giovanili. Il progetto si rivolge sia ai giovani sia ai youth workers (operatori giovanili del pubblico e del privato sociale).

Y2Y elabora una metodologia innovativa di potenziamento delle skills degli “Youth workers pubblici” coinvolti in pianificazione e management di politiche giovanili.

Durante il progetto, facendo leva sul pensiero creativo dei giovani, sarà lanciato un concorso di idee rivolta ai giovani che avranno modo di partecipare anche ad una mobilità europea.

Sono previsti inoltre, 3 meeting internazionali e tre eventi di disseminazione.

Il progetto realizzerà anche una piattaforma online che consentirà ai giovani di cercare sostenitori e finanziatori, pubblici e privati, alle loro idee di business, e di trovare online dei coach e mentor che li aiuteranno nella definizione delle loro idee.

Il progetto gode del supporto del programma Erasmus+ dell’Unione europea.

 

 

Articoli correlati all'attività

Youth2Youth: pubblicato il report dello studio che ha coinvolto oltre 90 giovani tra i 18 e i 30 anni dei Comuni partecipanti

Politiche giovanili comunali. Pubblicato il report italiano del progetto Youth2Youth con le interviste ai referenti dei comuni partecipanti

In Bulgaria l'incontro del partenariato del progetto Youth2Youth

Youth2Youth: selezionati 6 comuni pilota per promuovere la cultura imprenditoriale e lo spirito di iniziativa dei giovani

Reclutamento comuni partecipanti al progetto “Y2Y: YOUTH CREATIVE THINKING AS ENTERPRENEURIAL INPUT”

Primo meeting del progetto Youth2Youth: sviluppare le competenze imprenditoriali dei giovani

 

CHILD for CHILD: progetto sperimentale per rafforzare il sistema di cura per l’infanzia.

Bambini fuori dalla famiglia: un progetto sperimentale per rafforzare il sistema di cura per l’infanzia.

Partito ad aprile il progetto “Benessere dei bambini per i bambini: rafforzare il sistema di cura nazionale per l‘infanzia per garantire uguali diritti a tutti i bambini” (Children for children wellbeing: strengthening national child care system to guarantee equal rights for all children.

L’iniziativa, coordinata dalla Cooperativa Sociale 3P (Padre Pino Puglisi), è promossa da un partenariato italo-rumeno che prevede la collaborazione dell’Università degli Studi di Palermo, dell’Unione degli Assessorati, della Sorangeli Trans srl, della Associatia centru de Performanta before and after School Conil e dell’Associatia Hraniti Copii.

Il progetto è finanziato dalla Commissione europea – programma Diritti, Uguaglianza e cittadinanza 2014-2020) e dagli enti proponenti, ed è rivolto ai minori in cura nelle strutture residenziali e ai careleavers (i neomaggiorenni, che hanno vissuto parte della loro infanzia o adolescenza in un contesto etero familiare, in affidamento o in una comunità). Obiettivo è quello di individuare percorsi strategici che garantiscano il passaggio alla vita adulta fuori da tali centri, rafforzando le loro competenze personali e quelle dele organizzazioni e e delle figure professionali impegnate nella loro presa in carico.

Il progetto si propone di far fronte a tali mancanze e nello specifico si compone di 5 “pacchetti lavoro” per il raggiungimento degli obiettivi, tra i quali una mappatura a livello regionale dei centri di cura e assistenza ai minori, diverse pubblicazioni sull’argomento, un tollkit di formazione anche in formato webinar, la realizzazione di un Osservatorio sulle condizioni sociali dei minori in assistenza e dei careleavers. I “pacchetti lavoro” sono:

  1. Gestione e implementazione del progetto
  2. Sistemi di cura per bambini a confronto e raccolta delle pratiche migliori
  3. Valutazione dei bisogni di apprendimento, sessione di formazione e fase di implementazione
  4. Monitoraggio del progetto e valutazione dell’impatto: Osservatorio sulla condizione dei bambini in assistenza e dei careleavers
  5. Disseminazione dei risultati del progetto

 

A parte gli strumenti di disseminazione dei risultati, tra cui una conferenza iniziale a Bucarest ed una finale a Palermo, si porteranno avanti una serie di attività indirizzate alla sostenibilità del progetto in modo che il modello CHILD.for.CHILD possa vivere anche dopo la fine del progetto stesso, soprattutto grazie alla creazione dell’Osservatorio che durante il progetto, servirà per monitorarne l’impatto, e dopo la fine del progetto continuerà ad operare per garantire una visione aggiornata del fenomeno. Inoltre CHILD.for.CHILD prevede che i minori siano direttamente e attivamente coinvolti nella sua implementazione, e che ci sia un confronto continuo con le priorità politiche nel settore di intervento, per fare in modo che le attività del progetto possano essere inserite nei programmi delle politiche sociali locali nei due paesi del partenariato (Italia e Romania).

 

European Union’s Rights, Equality and Citizenship Programme (2014-2020) - Agreement number: 785676 – REC-RCHI-PROF-AG-2017

Capacity-building in the area of rights of the child

Europa per i cittadini: il ruolo dei comuni nell'inclusione sociale dei migranti

  

                                   

Il progetto « ISLA: integrated approaches to sharing knowledge on Social Inclusion Systems of migrants and the role of EU local Authorities » è stato finanziato dall’Unione europea nell’ambito del programma « Europa per i cittadini » Asse 2, Misura 2.2 "Reti di città".

Il progetto  avviato nel mese di febbraio 2018 e si è concluso a dicembre 2019. L’iniziativa ha previsto la realizzazione di quattro tavole rotonde transnazionali, precedute da attività a livello locale di raccolta dati e best practices, in materia di accoglienza e integrazione rifugiati e richiedenti asilo. Il partenariato, composto da quattro paesi Europei (Italia, Portogallo, Croazia e Slovenia), hanno partecipato al progetto mediante il coinvolgimento di amministrazioni comunali e organizzazioni del privato sociale attivi nel settore dell’integrazione sociale di rifugiati e richiedenti asilo.

 

Sono stati attuati 4 eventi transnazionali nell’ambito di questo progetto:

 

Evento 1
Partecipazione: Ha consentito di riunire 105 cittadini, di cui 10 provenienti dalla città di Litjia (Slovenia), 5 della città di Guimaraes (Portogallo), 10 della città di Sibenico (Croazia) e 80 partecipanti italiani.
Luogo/Data: l’evento ha avuto luogo a Palermo (Italia) il 29/10/2018.
Descrizione: È stato dedicato ad una Tavola Rotonda Internazionale di confronto e discussione sui temi dell’accoglienza e della corrispondenza fra i sistemi di accoglienza e ricezione in Europa e l’applicazione delle norme e delle scelte politiche. L’evento ha consentito la presentazione di un Report di ricerca sui diversi sistemi di ricezione a livello Europeo

REPORT
Data Analysis 

 

Evento 2
Partecipazione: ha consentito di riunire 153 cittadini, di cui 10 provenienti dalla città di Bolognetta (Italia), 6 della città di Guimaraes (Portogallo), 9 dalla città di Sibenico (Croazia) e 128 provenienti dalla Slovenia.
Luogo/Data: l’evento ha avuto luogo a Litjia (Slovenia,) il 29/03/2019.
Descrizione:È stato dedicato ad una Conferenza internazionale volta a discutere delle diverse strategie della comunicazione e degli stili di comprensione reciproca tra cittadini nativi e stranieri Una raccolta di migliori pratiche di dialogo ed esempi di integrazione è stata presentata e condivisa tra i partner, come report dell’evento.

REPORT
Data Analysis

 

Evento 3
Partecipazione: ha consentito di riunire 271 cittadini, di cui 10 provenienti dalla città di Villafranca (Agrigento, Italia), 8 dalla città di Litjia (Slovenia), 10 dalla città di Sibenico (Croazia)e 243 del Portogallo.
Luogo/Data: l’evento  ha avuto luogo a Guimaraes (Portogallo) il 24/09/2019. 
Descrizione: L'obiettivo dell'evento era conoscere, condividere e visitare le attività e il diverso coinvolgimento culturale verso gli stranieri e i migranti nel paese ospitante. Oltre a conoscere le migliori pratiche relative al coinvolgimento dei cittadini su base volontaria, con scopi di inclusione sociale. Per questo la Conferenza Internazionale è stata realizzata con il contributo di molte associazioni locali, della scuola, dei cittadini coinvolti e ha esitato un report di raccolta di prassi relative all’integrazione culturale

REPORT

 

Evento 4
Partecipazione: ha consentito di riunire 170 cittadini, di cui 8 provenienti dalla città di (Palermo, Italia), 9 dalla città di Litjia (Slovenia), 4 dalla città di Guimaraes (Portogallo) e 149 dalla Croazia.
Luogo/Data: l’evento  ha avuto luogo a Sibenico (Croazia) il 16/12/2019. 
Descrizione: L'obiettivo dell'evento era quello di sottolineare la comprensione reciproca delle strategie e il ruolo attivo dei cittadini nella promozione del dialogo interculturale. Come evento finale sono state proposte e comunicate alcune raccomandazioni politiche.

REPORT

 

 

Notizie del progetto:

In Croazia il quarto meeting del progetto ISLA del programma Europa per i Cittadini

In Portogallo la terza conferenza internazionale del progetto ISLA del programma Europa per i cittadini

Condivisione di strategie di comunicazione per favorire una comprensione reciproca. In Slovenia una delegazione siciliana per la conferenza internazionale ISLA

ISLA: La Comunicazione nel lavoro con i Migranti - Partecipa al sondaggio

ISLA: report sul funzionamento del sistema di accoglienza migranti. Promuovere la cittadinanza attiva attraverso la sensibilizzazione al fenomeno migratorio e lo sviluppo di buone prassi

Riflessioni sui sistemi di integrazione e accoglienza. Conclusa la prima conferenza internazionale di ISLA

A Palermo la conferenza internazionale per riflettere sulle politiche locali e i sistemi di accoglienza dei rifugiati/richiedenti asilo. ISCRIZIONI CONFERENZA

Pubblicati i risultati del Survey anonimo lanciato dal progetto Isla

Online il sondaggio del progetto ISLA rivolto ai cittadini dei comuni soci

 

"The European Commission's support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents, which reflect the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein."

 

 

 ENG Version

4 events have been carried out within this project:

Event 1

Participation: The event involved 105 citizens, including  10  participants from the city of Litjia (Slovenia),

 5 participants from the city of Guimaraes (Portugal); 10 participants from the city of Sibenik (Croatia) and 80 Italian participants from the town of Palermo

Location / Dates: The event took place in PALERMO (ITALY), from  29/10/2018  to 29/10/2018 

Short description:  The aim of the event was to realize a Round table with citizens and experts in order to discuss about the welcome system and to realize the differences and peculiarity between the policy and the real facts. One  report was realized

 

Event 2
Participation: The event involved 153  citizens, including  10  participants from the city of Palermo (Italy),

6 participants from the city of Guimaraes (Portugal); 9 participants from the city of Sibenik (Croatia) and  128 Slovenian participants from the city of Litjia

Location / Dates: The event took place in Litjia (Slovenia), from  29/03/2019  to 29/03/2019 

Short description:  The aim of the event was to discuss about the different settings of communication and citizens styles of mutual understanding. A collection of best practices was presented and shared among partners

 

Event 3
Participation: The event involved  271 citizens, including  10  participants from the city of Palermo (Italy),

8 participants from the city of Litjjia (Slovenia), 10 participants from the city of Sibenik (Croatia) and 243 Portuguese participants from the city of Guimaraes

Location / Dates: The event took place in Guimaraes (Portugal), from  24/09/2019 to 24/09/2019
Short description:  The aim of the event was to know, share and visit the activites and the different cultural involvement toward foreigners and migrants in the hosting country. Also to know the best practices regarding the citizen involvement on a volunteeristic base, with social inclusion scopes.

 

Event 4
Participation: The event involved  170  citizens, including 8  participants from the city of Palermo  (Italy),

9 participants from the city of Litjia (Slovenia), 4 participants from the town of Guimaraes (Portugal), 149 Croatian participants from the city of Sibenic

Location / Dates: The event took place in Sibenik (Croatiua), from 16/12/2019 to 16/12/2019
Short description:  The aim of the event was to underline the mutual understanding strategies and the active role of citizens in promoting the intercultural dialogue. As final event some political recommendations were proposed and communicated

 

  

  

 

 

Newsletter

Inserisci la tua mail per iscriverti alla nostra newsletter