In primo piano

A Tallinn 15 giorni di Job Shadowing per il progetto Work organization in the social work system

Sono arrivati a Tallinn, in Estonia, i partecipanti del progetto WORK ORGANIZATION IN THE SOCIAL WORK SYSTEM. Da oggi, fino al 16 luglio, 15 persone saranno impegnate in un percorso di approfondimento e di confronto con altri operatori del sociale. Obiettivi dell’iniziativa sono quelli di:
- sviluppare la confidenza nel lavoro dei partecipanti e nelle loro capacità professionali attraverso l'acquisizione di una metodologia di lavoro di successo;
- conoscere meglio il lavoro sociale in un altro paese europeo e realizzare un'esperienza diretta presso altre strutture residenziali ed enti locali che lavorano con adulti;
- aumentare la dimensione internazionale dei propri contesti di lavoro e al ritorno in Italia condividere le buone pratiche osservate durante le mobilità con i loro colleghi;
- avviare una collaborazione proficua per poter affrontare in un'ottica interculturale le problematiche riscontrate nel lavoro sociale con utenti adulti attraverso la presentazione di progetti specifici.

WORK ORGANIZATION IN THE SOCIAL WORK SYSTEM è un progetto finanziato nell’ambito del Programma Comunitario Erasmus+ (Azione KA1- Mobilità individuale ai fini dell'apprendimento, l’ambito di educazione degli adulti della mobilità personale - Job-shadowing).

 

 

Il resoconto gironaliero scritto dai partecipanti

 

02/07/2017
Il viaggio
12:00 arriviamo in aeroporto!! Le nostre ansie e tutti i timori svaniscono condividendo tutti insieme un buon caffè...
Il gruppo inizia sin da subito a relazionarsi positivamente, ci scambiamo le prime impressioni circa questa nuova avventura che inizia sempre più a concretizzarsi.
Ore 16:30 circa: Francoforte!!!
Durante la lunga attesa ciascuno di noi cerca di impegnare il proprio tempo libero: shopping, caffè, relax, social.
In vista della presentazione del giorno dopo, creiamo insieme un momento di confronto e collaborazione. Il gruppo si compatta con l'arrivo degli altri partecipanti!
Ore 00:00 circa si giunge a Tallinn!!! Incontriamo Kairi, che ci accompagnerà negli appartamenti, e con tanta fame ci riuniamo per una spaghettata notturna!

03/07/2017
Primo giorno di attività
Ore 11:00 ci riuniamo presso la living room di uno degli appartamenti. Si procede con le presentazioni di ciascuno di noi, della nostra tutor Kairi e della referente estone Annika
È giunta l'ora di mettersi in gioco!!! Che il debutto con la lingua inglese abbia inizio
Ansie, dubbi e perplessità lasciano posto a ad un clima sereno!!!
Vengono condivisi i nostri ambiti di interesse e profili professionali e sulla base di tale confronto, si procede con la programmazione degli incontri ed attività che svolgeremo nel corso di questo progetto.
In seguito visiteremo 2 comunità estoni: la prima ospita mamme e bambini, mentre la seconda minori. Ci saranno momenti di confronto sulle prassi e metodologie di lavoro dei due paesi e non mancheranno momenti di riflessione e di crescita professionale e personale.
Dopo il dovere finalmente si mangia!!!!!! Sperimentiamo così la cucina estone ed esploriamo la città!!!!

04/07/2017
Mattinata sotto la pioggia per il gruppo Erasmus+ qui in Estonia! Alle 9.30 ci siamo mossi verso il Tallinn City's Board for Desabled People. Qui il CEO Mihkel Tökke ci ha accolto con professionalità e gentilezza nella sala conferenze della struttura, dove ci ha presentato il funzionamento del centro e ci ha fornito una panoramica dei servizi per i pazienti. Ne é seguito un confronto e un "question time", alla fine del quale Mihkel ci ha mostrato alcuni ambienti della struttura. Prima di raggiungere il Centro di Sanità Mentale ci siamo fermati per una pausa presso una caffetteria li a pochi passi.
Il Centro di Sanità Mentale Merimetsa Support Center é un posto immerso nel verde: qui lo staff si prende cura di pazienti affetti da patologie psichiatriche, offrendo loro la possibilità di lavorare e rendersi utili. Il risultato é sorprendente! Abbiamo fatto un giro tra i laboratori, dove i pazienti producono con dedizione tovaglie, sciarpe, oggettistica e perfino piccole opere d'arte che é possibile acquistare nel coloratissimo POOD (shop) del centro, dove ci siamo concessi una piccola sessione di shopping! Una volta rientrati é seguita la presentazione della ESTA (EESTI SOTSIAALTÖÖ ASSOTSIATSIOON) da parte della nostra referente Annika Rannamets!
Tutto documentato da repertorio fotografico!

05/07/2017
Alle 09.00 appuntamento per dirigerci al centro aggregativo per giovani "centro giovanile Kesklinna Noortekeskus"
Qui ad accoglierci una giovane responsabile del centro che ci ha mostrato i locali, tutti su un piano che giarava in una forma circolare. Ogni stanza era adibilta per un'attività; ad esempio per la lettura, per giochi ricreativi quali ping pong, giochi da tavola, poi uno spazio per cucinare, per ballare e fare party, per studiare con delle postazioni personalizzate dai ragazzi. In questo centro abbiamo conosciuto una volontaria italiana, Anna. Il mondo è davvero piccolo!
Ci hanno spiegato la funzionalità come aggregazione.
Verso le 12.00 abbiamo fatto una pausa pranzo in una caffetteria vicino continuando la degustazione dei piatti tipici estoni.
Dopo siamo rientrati al centro e qui dividendoci in gruppi abbiamo partecipato ad un gioco da tavola "Lego competition", una vera e propria competizione per aumentare le nostre capacità di squadra, intellettuali, creative e di memoria con differenti livelli di difficoltà.
Davvero interessanti i risultati!
Verso le 15.00 ci siamo recati al centro per anziani " Self-Help and Advisory Association for Senior Citizens VENÜ"
Una meravigliosa accoglienza tra caffè e dolcetti.
Dopo averci mostrato il centro, con funzionalità diurna, tra stanze per la lettura, sale da thè e sauna, abbiamo visitato la guest house, una casa di fronte il centro adibita a B&B per sostenere le spese del centro.
Nel pomeriggio, sul tardi, Free time per fare shopping e partecipare all'ollesummer festival.
Quale migliore occasione per integrarsi con la cultura estone se non partecipare agli eventi locali?!
Good experience!

06/07/2017
Inizia la giornata con la visita al centro di riabilitazione per lo sviluppo "Astangu", che offre servizi di prima qualità finalizzati all'inserimento lavorativo dei ragazzi ospitati, disabili e non. Visitiamo la struttura cominciando dalle camere degli ospiti, continuiamo passando dai vari laboratori: quello di falegnameria, di cucina, il laboratorio tessile, il laboratorio di ceramica, la piscina, la sauna (quella non manca mai!!), la palestra e il campo da basket e pallavolo (minimo due ore settimanali di sport sono obbligatorie). Dopo il pranzo alla mensa degli studi televisivi di un'emittente nazionale, ci spostiamo nei vicini locali del Ministero degli Affari Sociali, dove ci illustrano il sistema delle politiche in merito con particolare riferimento alle varie aree di intervento. Iniziamo con una panoramica sul Welfare in Estonia, continuiamo con una discussione riguardante gli abusi sui minori, le pari opportunità, lo sfruttamento della prostituzione e la violenza sulle donne, e concludiamo con un discorso sulla disabilità e sull'invalidità. Si conclude il pomeriggio con una piacevole passeggiata nel centro della città, seguita da una cena tipicamente italiana coronata dalla degustazione del liquore locale "Vana Tallinn"!

07/07/2017
Alle ore 9:30 ci incontriamo con Annika per condividere l'excursus della settimana trascorsa e su ciò che è stato appreso.
Al termine compiliamo un questionario riguardante il ruolo sociale svolto dall'associazione ESTWA e sull'incidenza del welfare estone.
Alle ore 12:00 ci rechiamo in visita presso il Parlamento della Repubblica di Estonia. Il Riigikogu è un parlamento monocamerale ed è la sede del potere legislativo estone fin dall'indipendenza della Repubblica dall'impero zarista ed è composto da 101 membri.
Pranziamo nel meraviglioso "Raddison Blu Hotel" al 24esimo piano, dov'è possibile apprezzare il panorama mozzafiato di Tallinn.
Al nostro rientro ci attende un incontro con una psicoterapeuta di formazione gestaltica, che ci illustra il percorso terapeutico delle donne vittime di abuso e maltrattamento.
Concludiamo la giornata con una festa a sorpresa per la nostra compagna di avventura, Francesca.

10/07/2017
Alle ore 9.00 ci rechiamo al "Social health clinic", un consultorio familiare che si occupa di svolgere attività di educazione sessuale all'interno della struttura e negli istituti scolastici, screening, consulenze psicologiche e ginecologiche e funge anche da laboratorio analisi. Dopo pranzo raggiungiamo il "Chamber of disabled people" per un meeting sul tema sulla disabilità. Lo scopo principale di questa organizzazione è offrire supporto, migliorare la qualità della vita, l'inclusione sociale e le abilità degli individui con disabilità e con disturbi cronici. Al termine delle attività, sfruttiamo al meglio la bella giornata soleggiata, per esplorare il Estonia openair Museum, un'ottima opportunità per conoscere la storia di questo paese e ammirarne la bellezza. " Le antiche dimore ci dicono qualcosa Delle persone che in esse hanno vissuto".

11/07/2017
Inizia la giornata con la visita all'Eesti Töötukassa, dove ci hanno spiegato le diverse attività dell'Estonian Unemployment Insurance Fund: mediazione; counseling(in particolar modo consulenza di lavoro focalizzata); tirocinio e formazione; supporto e start-up (a livello regionale) al fine di ampliare la community work; misure per l'inserimento lavorativo dei disabili e misure preventive.
Offrono inoltre diversi tipi di benefici in base alle capacità lavorative, sussidi di disoccupazione e pagamenti tributari sociali.
Le persone possono usufruire dei servizi dell'ente attraverso varie modalità come: interazione faccia a faccia con i consulenti dei suddetti uffici; attraverso il contatto telefonico; tramite internet.
L'ente si muove sfruttando il case management, il quale è un processo collaborativo di valutazione, pianificazione, facilitazione e advocacy per le scelte e le prestazioni. Ciò è finalizzato a venire in contro ai bisogni individuali dei soggetti, mediante la comunicazione e lo sfruttamento-potenziamento delle risorse disponibili per promuovere outcome di qualità.
Dopo il pranzo presso la sede centrale,ci siamo spostati negli "EUIF Tõnismae Office", i quali sono degli uffici distaccati.
Lì abbiamo abbiamo ricevuto informazioni in merito ai servizi offerti, ed abbiamo avuto l'opportunità di ascoltare la testimonianza diretta di un ragazzo disabile riguardo l'ultima riforma sul lavoro. Tale riforma consiste in un inserimento obbligatorio delle persone disabili in base alla loro capacità lavorativa (valutata da medici specialisti). Egli in particolar modo ha espresso il suo punto di vista, secondo cui l'inserimento nel mondo lavorativo risulta essere un valore aggiunto per il suo paese e per se stesso. Questo è stato momento particolarmente toccante e significativo in quanto egli ci ha fatto capire quanto sia soddisfacente sentirsi parte integrante del tessuto sociale. La giornata si conclude ammirando il bellissimo panorama della città vecchia dalle terrazze della collina di Toompea.

12/07/2017
La giornata comincia con la visita presso la Lifeline/ MTÜ Euliin, gruppo di sostegno psicologico alle donne vittima di violenza. In particolare, la referente Eda Mölder ci ha raccontato alcune incredibili esperienze vissute da alcune vittime di human trafficking. É seguito l'incontro con la dott.ssa Triin Lumi della SEB Charity Fund, che si occupa di raccogliere fondi da destinare ad associazioni che operano nel campo dell'educazione e dello sviluppo dei bambini svantaggiati che vivono in casa famiglia e istituti, nonché di formare e aggiornare social workers. Segue momento istituzionale estremamente interessante. Siamo stati ricevuti presso la sede del Riigikogu dall' on. Helmen Kütt, Chairman del Commissione per gli Affari sociali del Parlamento estone, eletta tra le fila dell' SPD ( Partito socialdemocratico estone). Squisita l'accoglienza: il meeting ha avuto luogo nel tavolo della Commissione, in un ambiente informale tra caffè, latte e una torta che l'on Kütt ha portato personalmente da Viljandi, sua città di origine. Una straordinaria occasione per vedere da vicino i meccanismi decisionali estoni in tema di welfare state, arricchita dalla gentilezza della sig.ra Kütt, che non ha mancato di portarci tra gli scranni dell'aula per curiosità e foto di rito!

14/07/2017
Ore 10.00 ci rechiamo presso il "Living for tomorrow", un ente che funge da call center il cui obiettivo è riconoscere e prevenire l'esistenza di problemi legati alla tratta di esseri umani in Estonia e impedirne la diffusione; aiutare a prevenire l'HIV / AIDS e altre malattie sessualmente trasmissibili; l' assistenza e la consulenza per iniziative giovanili. Inoltre si occupa di ricerche sul genere e sulle tematiche sessuali attraverso la compilazione di questionari e studi pilota.
L'ente inoltre collabora con la Lituania, la Russia, la Norvegia e i paesi nordici, ma anche con altri paesi europei per le campagne di informazione, per sostenere psicologicamente ed economicamente le vittime, provvedendo anche alla ricerca del lavoro e al supporto legale e medico.
Dopo pranzo abbiamo visitato il quartiere Lennusadam, zona del porto interessante per i suoi monumenti storici e architettonici tra cui il Museo Maritmo Estone. Al termine è stata effettuata la valutazione finale sugli obiettivi raggiunti del programma" Social Work System".