In primo piano

PRO JUVENES - Partenariato transnazionale per un mercato del lavoro inclusivo per i giovani

Pubblicato lo Studio Comparativo Europeo sulla mobilità intra-europea e sulle migrazioni dei giovani romeni, condotto dall‟Associazione Novapolis- Centro di Analisi ed Iniziative per lo Sviluppo, insieme al Ministero del Lavoro, Ministero delle Politiche Sociali e dal Ministero per la Famiglia e per la Terza Età- Dipartimento per il Dialogo Sociale, nell‟ambito del progetto "PRO Juvenes- partenariato transnazionale per un mercato del lavoro inclusivo per i giovani", POSDRU / 171 / 6.4 / S / 146751. L'obiettivo generale del progetto è favorire il consolidamento di politiche e pratiche in materia di occupazione e lo sviluppo di reti a livello europeo, così come il potenziamento delle capacità degli attori del mercato del lavoro (sindacati e datori di lavoro, enti pubblici, organizzazioni non governative) ad impegnarsi attivamente nella promozione ed inclusione sociale dei giovani, mettendo in atto politiche volte a favorirne l‟occupazione - legge sul volontariato, normativa in materia di tirocini formativi, regolamentazione degli apprendistati, ecc.

Il contributo e l'impatto della mobilità giovanile intra-europea e dei flussi migratori, sullo sviluppo di risorse umane e sull'inclusione sociale in Romania, hanno rappresentato le tematiche trasversali delle attività intraprese successivamente dall‟Associazione Novapolis- Centro di Analisi ed Iniziative per lo Sviluppo, in qualità di organizzazione partner nell'ambito del progetto: la sottoscrizione di partenariati transnazionali con organizzazioni in Spagna ed in Italia, che hanno importanti progetti e iniziative nella promozione di un mercato del lavoro inclusivo per i giovani, la creazione di una rete tematica sulla migrazione e sulla mobilità della forza lavoro giovanile , la creazione di un gruppo di lavoro e una tavola rotonda per unire gli attori più importanti nel settore della migrazione e della mobilità dei lavoratori, nonché i responsabili della formazione delle risorse umane e per l'inclusione sociale dei giovani, al fine di discutere e dibattere temi rilevanti in materia.

Lo Studio Comparativo Europeo sulla mobilità giovanile intra-europea e sulla migrazione dei giovani romeni, ha la struttura di un rapporto di ricerca complesso, essendo l‟analisi di una serie di aspetti legati alla mobilità ed alla migrazione delle persone giovani all‟interno del mercato del lavoro, con l‟obiettivo di identificare le dimensioni, le caratteristiche, i processi e le tipologie di flussi migratori tra i giovani, i profili dei giovani che migrano (migranti, immigrati o potenziali migranti) che stanno per accedere o già partecipano al mercato del lavoro nazionale o dell'UE, degli Stati membri, il contesto e l‟impatto della migrazione giovanile su un mercato del lavoro inclusivo per i giovani.

La migrazione rappresenta una componente sempre più importante nella società contemporanea, un fattore di stimolo nella globalizzazione dei mercati, uno strumento per bilanciare gli squilibri sui mercati del lavoro regionali/locali. L'ampiezza della globalizzazione ha generato conseguenze significative sul fenomeno socio-economico della migrazione. La diversificazione dei flussi migratori e le rotte rappresentano una tendenza relativamente recente. La migrazione è "determinata” da numerose "forze trainanti” e fattori "di spinta", tra i quali il più importante sono il livello di sviluppo economico e le disuguaglianze tra paesi, le dinamiche demografiche, l'esistenza di reti migratorie e l'accesso alle informazioni, la possibilità di viaggiare facilmente.

In questo senso, il presente studio evidenzia il fenomeno della migrazione giovanile e delle politiche riguardanti i giovani. L‟analisi del problema della migrazione inizia con alcune domande: Perché i giovani si muovono? Chi o che cosa influenza la decisione della gioventù? Quali cambiamenti possono innescare la migrazione? Chi sono i giovani che hanno più probabilità di migrare? Lo studio del fenomeno migratorio non è recente e gli aspetti che la migrazione mette in discussione sono molti, così come le sue possibili spiegazioni.

In questo studio, cerchiamo di mettere in risalto il fenomeno della mobilità intra-europea e della migrazione dei giovani romeni. I giovani rappresentano un caso speciale, in particolare in quanto sono coloro con il maggiore potenziale umano. I primi due capitoli (Giovani: definizione e limiti teorici ed Approcci teorici sulla migrazione) definiscono il quadro generale del fenomeno, in quanto sono l‟esito di una complessa analisi della prospettiva migratoria, come azione dinamica globale, con effetti su più aree. Questi capitoli forniscono un quadro teorico in materia di migrazione in generale che si concentra sulla definizione del concetto. Inoltre, vengono presentate le teorie che spiegano il fenomeno, i fattori scatenanti, le fasi di sviluppo dell'azione migratoria e pure le varie tipologie. La maggior parte delle teorie che spiegano la migrazione si concentrano sul ruolo dei fattori economici nell'innescare e favorire il processo. Anche se le teorie classiche come quelle gravitazionali o i modelli "push-pull" sono spesso confutate, la tendenza contemporanea è quella di analizzare le migrazioni sia attraverso diverse teorie che spiegano la nascita del fenomeno che con quelle che ne osservano il suo sviluppo. Queste teorie non si escludono tra loro, infatti, si completano reciprocamente, offrendo varie spiegazioni del fenomeno.

I capitoli successivi trattano il problema dei lavoratori migranti permanenti e temporanei. I flussi migratori permanenti sono osservati da due punti di vista: emigrazione ed immigrazione.

L'ultimo capitolo include una presentazione dei principali provvedimenti legislativi e programmi speciali dedicati ai giovani, sia a livello nazionale così come a livello europeo.

 

Scarica la pubblicazione