Notizie

Servizi a infanzia e anziani: entro il 15 ottobre le istanze per rimodulare i piani/intervento

Autorizzato l'incremento del 2% delle spese generali, tenuto conto delle mutate condizioni operative per l'emergenza Covid

Differito al 15 ottobre prossimo il termine per presentare istanza di riprogrammazione e/o rimodulazione dei piani di intervento relativi ai servizi di cura all'infanzia e agli anziani non autosufficienti nelle regioni Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.

La possibilità di rimodulare o riprogrammare l'erogazione dei servizi da parte degli enti locali interessati è legata all'incremento percentuale del 2% delle spese generali autorizzato dall'Autorità di gestione del Programma nazionale per i Servizi di cura all’Infanzia e agli Anziani non autosufficienti (PNSCIA) dopo il differimento al 30 giugno 2021 del termine per completare l'erogazione dei servizi, e al 30 giugno 2022 per la conclusione delle operazioni di chiusura definitiva del Programma.

Modalità operative e requisiti per la presentazione delle istanze di riprogrammazione/rimodulazione sono indicate nella circolare dell'Autorità di gestione del 15 settembre 2020 rivolta ai sindaci dei comuni coinvolti e ai responsabili unici del procedimento degli ambiti territoriali/distretti socio sanitari.

Le disposizioni tengono conto del cambiamento delle condizioni operative dei servizi dovuto all’emergenza COVID -19.

Con riferimento ai servizi di cura agli anziani non autosufficienti che non hanno subito sospensioni durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 è necessaria tuttora l’adozione delle misure di mitigazione del rischio, misure che possono comportare spese di gestione aggiuntive e non previste in quelle generali quantificate al tempo della programmazione originaria. L'incremento del 2%, spiega l'autorità di gestione, tenuto conto dei servizi eventualmente già resi a partire dall'inizio dell’emergenza sanitaria, è autorizzabile per quelli erogati a partire dal 1° semestre 2020.

Per quanto riguarda i servizi di cura all'infanzia l'incremento è consentito esclusivamente per i servizi programmati dal mese di settembre 2020 al mese di giugno 2021.

Tutti i dettagli nella documentazione on line sul sito del Pnscia.

 

  

  

 

 

Newsletter

Inserisci la tua mail per iscriverti alla nostra newsletter