Notizie

Conclusioni del Consiglio Istruzione, Gioventù, Cultura e Sport (EYCS)

Il 15 febbraio, i ministri responsabili di istruzione, cultura, gioventù, media, comunicazione e sport di tutti gli Stati membri dell'UE si sono riuniti a Bruxelles e hanno tenuto un dibattito politico sulla valutazione intermedia del programma Erasmus + e gli orientamenti futuri per il post 2020.

Durante il dibattito, i ministri hanno sottolineato che Erasmus + è uno dei programmi dell'Unione di maggior successo e un valore aggiunto per l'Europa, dal momento che negli ultimi trent'anni più di nove milioni di giovani europei hanno potuto beneficiare dell'opportunità di studiare, formare, insegnare o fare volontariato in un altro paese. Secondo i ministri, il programma Erasmus + dovrebbe essere reso più inclusivo e accessibile e dovrebbe includere gli studenti delle scuole secondarie, del settore dell’istruzione e la formazione professionale e quelli provenienti da gruppi sociali vulnerabili o regioni remote. Per riuscire a perseguire tale obiettivo, Erasmus + dovrebbe ricevere finanziamenti adeguati. Il Programma dovrebbe promuovere la mobilità e l'innovazione, creare sinergie e integrarsi con altri strumenti dell'Unione, come il Fondo Sociale Europeo; le procedure amministrative dovrebbero essere semplificate e armonizzate. I ministri hanno inoltre discusso su come portare avanti gli aspetti relativi all'istruzione nelle Conclusioni del Consiglio europeo di dicembre.

Il Consiglio ha riflettuto su come sviluppare il lavoro per realizzare iniziative come le "Università europee", l’apprendimento delle lingue, il riconoscimento reciproco dei diplomi e una "Carta europea dello studente". Ha inoltre proceduto ad uno scambio di opinioni sulle misure incentrate sulla digitalizzazione e sulla necessità di apprendimento permanente e di istruzione e formazione innovative.

http://www.consilium.europa.eu/en/meetings/eycs/2018/02/15/